italiano|english
User: Pass: Accedi         MyArsValue       Registrati       Acquista i servizi
Ars Value
home page > Aste >Cataloghi d'asta
ricerca avanzata

Artista  Ricerca tradizionale

Parola Chiave:
Valore da   a  
CERCA

aste
partecipa all'asta
Asta N. 87 - Arte Moderna e Contemporanea, Design e Arti Decorative Del ‘900, La Collezione Otto Bantele

Esposizione:
Venerdì 18 maggio ore 10.00 – 18.30
Sabato 19 maggio ore 10.00 – 18.30
Domenica 20 maggio ore 10.00 – 18.30
Lunedì 21 maggio ore 10.00 – 18.30
Martedì 22 maggio ore 10.00 – 18.30
Mercoledì 23 maggio ore 10.00 – 13.00


Casa d'asta: PORRO
Milano (MI), Via Olona, 2
Tel: 02 72094708
Fax: 02 862440
Sito: http://www.porroartconsulting.it
Email: info@porroartconsulting.it

In data: 23/05/2018 - Ore 17:30 - Sessione Unica - dal lotto 1 al lotto 360


Scegli quante opere visualizzare


Pagina di 6
avanti > ultima >|
LottoImmagineDescrizione completaValutazione
1
MARC CHAGALL
Vitebsk 1887 – Saint Paul de Vence 1985
PORTRAIT DE BARCHAN, 1923
grafite su carta, cm 27,3x19,3.
Firmato in basso a destra: M. Chagall.
Titolato e datato in basso a sinistra: Barchan – Berlin – 1923
Opera archiviata presso la Succession Marc Chagall, con il
numero D 1061, in data Parigi 26 Gennaio 1987.
Per l’opera è stato richiesto l’attestato di libera circolazione.
Bibliografia:
AA.VV., Chagall disegni inediti, dalla Russia a Parigi,
catalogo della mostra, Fabbri Editori, 1994, pag. 75,
riprodotto.
Stima: € 10.000 – 12.000
Chagall realizzò tre ritratti di Pawel Barchan, grande
amico dell’artista, uomo interessato alla letteratura, al
balletto e alla fotografia che tradusse molte opere classiche
01.
russe in tedesco e che, come molti uomini di ingegno del
suo tempo, troverà la morte nel campo di concentramento di
Auschwitz nel 1942. Il ritratto venne eseguito nel 1923 in
un periodo molto distante dal triste epilogo dove il letterato
e Chagall amano intrattenersi in pacate conversazioni,
dove i silenzi vengono riempiti dal carboncino del Maestro
che struscia sul foglio di carta.
Ogni segno inciso sulla carta sembra raccontare le
preoccupazioni dell’uno e le considerazioni dell’altro:
Chagall infatti si trova a Berlino da solo, lontano
dall’amata moglie, ed è preoccupato perché non riesce a
rientrare in possesso di un lotto di quadri depositati nella
città prima dello scoppio della Prima Guerra Mondiale e
neanche la critica sembra favorire la sua arte, sferrando
aspri giudizi.
Il ritratto, contraddistinto da uno stile quasi pittorico,
rappresenta quindi una conversazione, a tratti sofferta,
ma ricca di intima complicità dove Chagall usa il disegno
come processo psicologico di riflessione e straniamento.


MARC CHAGALL Vitebsk 1887 – Saint Paul de Vence 1985 PORTRAIT DE BARCHAN, 1923 grafite su carta, cm 27,3x19,3. Firmato in basso a destra: M. Chagall. Titolato e datato in basso a sinistra: Barchan – Berlin – 1923 Opera archiviata presso la Succession Marc Chagall, con il numero D 1061, in data Parigi 26 Gennaio 1987. Per l’opera è stato richiesto l’attestato di libera circolazione. Bibliografia: AA.VV., Chagall disegni inediti, dalla Russia a Parigi, catalogo della mostra, Fabbri Editori, 1994, pag. 75, riprodotto. Stima: € 10.000 – 12.000 Chagall realizzò tre ritratti di Pawel Barchan, grande amico dell’artista, uomo interessato alla letteratura, al balletto e alla fotografia che tradusse molte opere classiche 01. russe in tedesco e che, come molti uomini di ingegno del suo tempo, troverà la morte nel campo di concentramento di Auschwitz nel 1942. Il ritratto venne eseguito nel 1923 in un periodo molto distante dal triste epilogo dove il letterato e Chagall amano intrattenersi in pacate conversazioni, dove i silenzi vengono riempiti dal carboncino del Maestro che struscia sul foglio di carta. Ogni segno inciso sulla carta sembra raccontare le preoccupazioni dell’uno e le considerazioni dell’altro: Chagall infatti si trova a Berlino da solo, lontano dall’amata moglie, ed è preoccupato perché non riesce a rientrare in possesso di un lotto di quadri depositati nella città prima dello scoppio della Prima Guerra Mondiale e neanche la critica sembra favorire la sua arte, sferrando aspri giudizi. Il ritratto, contraddistinto da uno stile quasi pittorico, rappresenta quindi una conversazione, a tratti sofferta, ma ricca di intima complicità dove Chagall usa il disegno come processo psicologico di riflessione e straniamento. Stima minima: 10.000,00
Stima massima: 12.000,00
2
GIANFRANCO
FERRONI
Livorno 1927 - Bergamo 2001
CONTADINO, 1949
olio su tela, cm 60x45,5.
Firmato e datato in alto a destra:
G. Ferroni 49
Firmato, titolato e datato al verso:
Contadino 1949 G. Ferroni
Provenienza:
Milano, Eugenio Cefis
(timbri al retro sul telaio e sulla tela).


GIANFRANCO FERRONI Livorno 1927 - Bergamo 2001 CONTADINO, 1949 olio su tela, cm 60x45,5. Firmato e datato in alto a destra: G. Ferroni 49 Firmato, titolato e datato al verso: Contadino 1949 G. Ferroni Provenienza: Milano, Eugenio Cefis (timbri al retro sul telaio e sulla tela). Stima minima: 4.000,00
Stima massima: 5.000,00
3
MARCELLO
DUDOVICH
Trieste 1878 – Milano 1962
RITRATTO FEMMINILE
matita e pastelli su carta,
cm 48x30.
Firmato in basso a sinistra:
M. Dudovich.
Provenienza:
Milano, Finarte, Asta di grafica
contemporanea, asta 271,
24 novembre 1977, lotto n. 223;
Milano, Collezione privata


MARCELLO DUDOVICH Trieste 1878 – Milano 1962 RITRATTO FEMMINILE matita e pastelli su carta, cm 48x30. Firmato in basso a sinistra: M. Dudovich. Provenienza: Milano, Finarte, Asta di grafica contemporanea, asta 271, 24 novembre 1977, lotto n. 223; Milano, Collezione privata Stima minima: 500,00
Stima massima: 600,00
4
ACHILLE
FUNI
Ferrara 1890 – Appiano Gentile 1972
ANGELO MUSICANTE, 1963 CIRCA
tempera e pastello su carta applicata
su tela, cm 215x100.
Provenienza:
Milano, collezione U. Mariani;
Milano, collezione Claudia Gian Ferrari;
Modena, collezione privata.
Esposizioni:
Mendrisio, La Scuola di Funi, Museo
d’Arte, 6 febbraio – 20 marzo 1988.
Bibliografia:
AA. VV., La Scuola di Funi, catalogo della
mostra, Mazzotta, Milano 1988,
pag. 56;
N. Colombo, Achille Funi. Catalogo
ragionato dei dipinti, Leonardo Arte,
Milano 1996, pag. 178.


ACHILLE FUNI Ferrara 1890 – Appiano Gentile 1972 ANGELO MUSICANTE, 1963 CIRCA tempera e pastello su carta applicata su tela, cm 215x100. Provenienza: Milano, collezione U. Mariani; Milano, collezione Claudia Gian Ferrari; Modena, collezione privata. Esposizioni: Mendrisio, La Scuola di Funi, Museo d’Arte, 6 febbraio – 20 marzo 1988. Bibliografia: AA. VV., La Scuola di Funi, catalogo della mostra, Mazzotta, Milano 1988, pag. 56; N. Colombo, Achille Funi. Catalogo ragionato dei dipinti, Leonardo Arte, Milano 1996, pag. 178. Stima minima: 4.000,00
Stima massima: 5.000,00
5
GASTON CHAISSAC
Avallon 1910 – La Roche-sur-Yon 1964
BOUQUET DE FLEURS EN POT SUR FOND
GRIS, 1948 CIRCA
olio su tela, cm 123x63. Firmato in basso a destra:
G. Chaissac.
Provenienza:
Milano, collezione privata.
Autentica su fotografia firmata da
Thomas Le Guillou, in data: Parigi 27 maggio 2011


GASTON CHAISSAC Avallon 1910 – La Roche-sur-Yon 1964 BOUQUET DE FLEURS EN POT SUR FOND GRIS, 1948 CIRCA olio su tela, cm 123x63. Firmato in basso a destra: G. Chaissac. Provenienza: Milano, collezione privata. Autentica su fotografia firmata da Thomas Le Guillou, in data: Parigi 27 maggio 2011 Stima minima: 25.000,00
Stima massima: 35.000,00
6
BERNARD BUFFET
Parigi 1928 - Tourtour 1999
PORTI, 1968
tecnica mista su carta applicata su tela, cm 50x66.
Firmato e datato in alto a destra: Bernard Buffet 68.
Provenienza:
Milano, Finarte, Asta di opere d’arte
contemporanea, asta 354, 25 novembre 1980,
lotto n. 121;
Milano, Collezione privata


BERNARD BUFFET Parigi 1928 - Tourtour 1999 PORTI, 1968 tecnica mista su carta applicata su tela, cm 50x66. Firmato e datato in alto a destra: Bernard Buffet 68. Provenienza: Milano, Finarte, Asta di opere d’arte contemporanea, asta 354, 25 novembre 1980, lotto n. 121; Milano, Collezione privata Stima minima: 2.000,00
Stima massima: 3.000,00
7
ORFEO TAMBURI
Jesi 1910 – Parigi 1994
SQUARE DE LA TRINITÉ, 1976
acquerello su carta, cm 31x40,5.
Firmato, titolato e datato in basso a destra:
Parigi- Square de la Trinitè 18.10.76 Tamburi.
Provenienza:
Milano, Finarte, Asta di grafica contemporanea,
24 Novembre 1977, lotto n. 256;
Milano, Collezione privata


ORFEO TAMBURI Jesi 1910 – Parigi 1994 SQUARE DE LA TRINITÉ, 1976 acquerello su carta, cm 31x40,5. Firmato, titolato e datato in basso a destra: Parigi- Square de la Trinitè 18.10.76 Tamburi. Provenienza: Milano, Finarte, Asta di grafica contemporanea, 24 Novembre 1977, lotto n. 256; Milano, Collezione privata Stima minima: 400,00
Stima massima: 600,00
8
ORFEO TAMBURI
Jesi 1910 – Parigi 1994
ALBERI E CASE SULLA SENNA
litografia su carta, cm 32x44.
Firmato in basso a destra: Tamburi.
Numerata in basso a sinistra: 3/18.
Provenienza:
Milano, Finarte, Asta di stampe antiche moderne e
contemporanee, asta 140, 9-10 novembre 1972,
lotto n. 89;
Milano, collezione privata


ORFEO TAMBURI Jesi 1910 – Parigi 1994 ALBERI E CASE SULLA SENNA litografia su carta, cm 32x44. Firmato in basso a destra: Tamburi. Numerata in basso a sinistra: 3/18. Provenienza: Milano, Finarte, Asta di stampe antiche moderne e contemporanee, asta 140, 9-10 novembre 1972, lotto n. 89; Milano, collezione privata Stima minima: 300,00
Stima massima: 400,00
9
GIANFRANCO FERRONI
Livorno 1927 - Bergamo 2001
BARDATURE D’OFFICINA, 1957
olio su tela, cm 70x100.
Firmato e datato in basso a sinistra: Ferroni 57.
Provenienza:
Milano, Eugenio Cefis (timbri al retro sul telaio e sulla tela).


GIANFRANCO FERRONI Livorno 1927 - Bergamo 2001 BARDATURE D’OFFICINA, 1957 olio su tela, cm 70x100. Firmato e datato in basso a sinistra: Ferroni 57. Provenienza: Milano, Eugenio Cefis (timbri al retro sul telaio e sulla tela). Stima minima: 7.000,00
Stima massima: 8.000,00
10
MARIO TOZZI
Fossombrone 1895 – Saint-Jean-du-Gard 1979
LE PÈRE LENOIR (CONTADINO DI BORGOGNA), 1920
olio su tela, cm 112x90.
Firmato in basso a sinistra: M. Tozzi.
Firmato e titolato al verso: M. Tozzi Contadino a tavola.
Iscritto al retro: Cat. 332.
Provenienza:
Vicenza, collezione privata;
Esposizioni:
Parigi, Salon des Indépendants, gennaio-febbraio 1922;
Pallanza, Museo del Paesaggio, mostra personale,
settembre-ottobre 1923, n. 5;
Firenze, Arte moderna in Italia 1915-1935, Palazzo Strozzi,
febbraio-maggio 1967, n. 1448 (etichetta al verso); Firenze,
Palazzo Strozzi, mostra antologica, maggio 1978, n. 2;
Bibliografia:
U. Nebbia, Buone affermazioni dell’arte nostra a Ginevra ed
a Zurigo, in “Emporium”, Bergamo, n. 389, maggio 1927 (ill.
b/n); L. Fiumi, Mario Tozzi. L’homme et l’oeuvre, Les Ecrivains
Réunis, Parigi 1928, n. 6 (datato 1922); L. Fiumi, Col pittore
Tozzi in Borgogna, in “L’Ambrosiano”, Milano, 17.8.1929
e “Cronaca Prealpina “, Varese, 9.8.1931, successivamente
ripubblicato in “Il Tirreno”, Livorno, 22.2.1960;
10.
H. Fabureau, Mario Tozzi et Lionello Fiumi hôtes de Lignorelles, in
“Le Bourguignon”, Digione, 4.10.1929;
L. Fiumi, Li ho veduti a Parigi, Ghelfi, Milano 1960, p. 163 (ill.
b/n); G. Marussi (a cura di), Mario Tozzi, in “Le Arti”, n. 4 bis,
Milano, marzo 1965; M. Monteverdi, “Giornale di Bergamo”,
Bergamo, 30.5.1966, ripr. b/n; G. P. Faizon, “Il Cristallo”,
n. 2, Bolzano, dicembre 1968; E. Bénézit, Dictionnaire des
Peintres, Sculpteurs, Dessinateurs et Graverurs, Librairie Grűnd,
Parigi 1976, vol. X, p. 256 (con il titolo Le Paysan); E. Carli,
Mario Tozzi, Giulio Bolaffi Editore, Torino 1976, p. 11 (ill.);
E. Carli, Mario Tozzi, in “Prospettive d’Arte”, n. 10, Milano,
gennaio-febbraio 1977, n. 4 (ill. b/n); AA. VV., Mario Tozzi, in
“Prospettive d’Arte”, n. 14, Milano, ottobre-novembre 1977, n.
7 (ill. b/n); G. Marinelli, La vitalità di Mario Tozzi tra metafisica
e costruttivismo, in “La Voce Repubblicana”, Roma, 13.5.1977;
G. Marinelli, Stampe raccomandate, in “Arterama”, Milano,
aprile 1977; G. Marchiori, estratto di “Bolaffi Arte”, Torino,
gennaio 1978; R. Federici, “Paese sera”, Roma, 12.5.1978;
T. Marcheselli, “Gazzetta di Parma”, Parma, 12.9.1979 (ill.);
T. Marcheselli, “Il Nord”, Borgomanero, 27.9.1979 (cit.); G.
Mascherpa, Tozzi fermava il tempo, in “Arte”, Milano, n. 168,
novembre 1986 (ill.); M. Pasquali (a cura di), Catalogo Ragionato
Generale dei Dipinti di Mario Tozzi, Volume Primo, Giorgio
Mondadori & Associati, Milano 1988, n. 20/9, pp. 90, 99 (ill.).


MARIO TOZZI Fossombrone 1895 – Saint-Jean-du-Gard 1979 LE PÈRE LENOIR (CONTADINO DI BORGOGNA), 1920 olio su tela, cm 112x90. Firmato in basso a sinistra: M. Tozzi. Firmato e titolato al verso: M. Tozzi Contadino a tavola. Iscritto al retro: Cat. 332. Provenienza: Vicenza, collezione privata; Esposizioni: Parigi, Salon des Indépendants, gennaio-febbraio 1922; Pallanza, Museo del Paesaggio, mostra personale, settembre-ottobre 1923, n. 5; Firenze, Arte moderna in Italia 1915-1935, Palazzo Strozzi, febbraio-maggio 1967, n. 1448 (etichetta al verso); Firenze, Palazzo Strozzi, mostra antologica, maggio 1978, n. 2; Bibliografia: U. Nebbia, Buone affermazioni dell’arte nostra a Ginevra ed a Zurigo, in “Emporium”, Bergamo, n. 389, maggio 1927 (ill. b/n); L. Fiumi, Mario Tozzi. L’homme et l’oeuvre, Les Ecrivains Réunis, Parigi 1928, n. 6 (datato 1922); L. Fiumi, Col pittore Tozzi in Borgogna, in “L’Ambrosiano”, Milano, 17.8.1929 e “Cronaca Prealpina “, Varese, 9.8.1931, successivamente ripubblicato in “Il Tirreno”, Livorno, 22.2.1960; 10. H. Fabureau, Mario Tozzi et Lionello Fiumi hôtes de Lignorelles, in “Le Bourguignon”, Digione, 4.10.1929; L. Fiumi, Li ho veduti a Parigi, Ghelfi, Milano 1960, p. 163 (ill. b/n); G. Marussi (a cura di), Mario Tozzi, in “Le Arti”, n. 4 bis, Milano, marzo 1965; M. Monteverdi, “Giornale di Bergamo”, Bergamo, 30.5.1966, ripr. b/n; G. P. Faizon, “Il Cristallo”, n. 2, Bolzano, dicembre 1968; E. Bénézit, Dictionnaire des Peintres, Sculpteurs, Dessinateurs et Graverurs, Librairie Grűnd, Parigi 1976, vol. X, p. 256 (con il titolo Le Paysan); E. Carli, Mario Tozzi, Giulio Bolaffi Editore, Torino 1976, p. 11 (ill.); E. Carli, Mario Tozzi, in “Prospettive d’Arte”, n. 10, Milano, gennaio-febbraio 1977, n. 4 (ill. b/n); AA. VV., Mario Tozzi, in “Prospettive d’Arte”, n. 14, Milano, ottobre-novembre 1977, n. 7 (ill. b/n); G. Marinelli, La vitalità di Mario Tozzi tra metafisica e costruttivismo, in “La Voce Repubblicana”, Roma, 13.5.1977; G. Marinelli, Stampe raccomandate, in “Arterama”, Milano, aprile 1977; G. Marchiori, estratto di “Bolaffi Arte”, Torino, gennaio 1978; R. Federici, “Paese sera”, Roma, 12.5.1978; T. Marcheselli, “Gazzetta di Parma”, Parma, 12.9.1979 (ill.); T. Marcheselli, “Il Nord”, Borgomanero, 27.9.1979 (cit.); G. Mascherpa, Tozzi fermava il tempo, in “Arte”, Milano, n. 168, novembre 1986 (ill.); M. Pasquali (a cura di), Catalogo Ragionato Generale dei Dipinti di Mario Tozzi, Volume Primo, Giorgio Mondadori & Associati, Milano 1988, n. 20/9, pp. 90, 99 (ill.). Stima minima: 20.000,00
Stima massima: 25.000,00
11
FELICE CASORATI
Novara 1883 - Torino 1963
NUDO SUL SOFÀ, 1957
olio su tela, cm 50x73.
Firmato in basso a sinistra: F. Casorati.
Provenienza:
Milano, Galleria Bergamini, Opere scelte di nuova e vecchia
data, 1957-58;
Milano, collezione privata.
Bibliografia:
L. Carluccio, Casorati, Ed. Teca, Torino 1964, p. 351,
n. 606, (ill. b/n);
G. Bertolino, F. Poli, Catalogo generale delle opere di Felice
Casorati. I dipinti (1904-1963), Umberto Allemandi & C.,
Torino 1995, Volume secondo, n. 1093 (ill. b/n), Volume
primo, p. 439 (cit.).


FELICE CASORATI Novara 1883 - Torino 1963 NUDO SUL SOFÀ, 1957 olio su tela, cm 50x73. Firmato in basso a sinistra: F. Casorati. Provenienza: Milano, Galleria Bergamini, Opere scelte di nuova e vecchia data, 1957-58; Milano, collezione privata. Bibliografia: L. Carluccio, Casorati, Ed. Teca, Torino 1964, p. 351, n. 606, (ill. b/n); G. Bertolino, F. Poli, Catalogo generale delle opere di Felice Casorati. I dipinti (1904-1963), Umberto Allemandi & C., Torino 1995, Volume secondo, n. 1093 (ill. b/n), Volume primo, p. 439 (cit.). Stima minima: 60.000,00
Stima massima: 70.000,00
12
ANDRÉ MASSON
Balagny-sur-Thérain 1896 – Parigi 1987
L’ENFANT AUX CERISES (DIEGO), 1943
olio su tela, cm 64x51.
Titolato verticalmente a sinistra: ARC_GLL.PH N. 50020.
Autentica su foto del Comité André Masson; n. Archivio:
CAM 1713.
Provenienza:
Parigi, Diego Masson;
Francoforte, Die Galerie;
Collezione privata


ANDRÉ MASSON Balagny-sur-Thérain 1896 – Parigi 1987 L’ENFANT AUX CERISES (DIEGO), 1943 olio su tela, cm 64x51. Titolato verticalmente a sinistra: ARC_GLL.PH N. 50020. Autentica su foto del Comité André Masson; n. Archivio: CAM 1713. Provenienza: Parigi, Diego Masson; Francoforte, Die Galerie; Collezione privata Stima minima: 40.000,00
Stima massima: 50.000,00
13
GIORGIO TADDEI
Terni 1926 – 2004
SALITA PRIARO, 1969
olio su compensato, cm 58x48.
Firmato e datato in basso a destra: G. Taddei .69.
Provenienza:
Alessandria, studio dell’artista (etichetta al retro)


GIORGIO TADDEI Terni 1926 – 2004 SALITA PRIARO, 1969 olio su compensato, cm 58x48. Firmato e datato in basso a destra: G. Taddei .69. Provenienza: Alessandria, studio dell’artista (etichetta al retro) Stima minima: 500,00
Stima massima: 600,00
14
GIUSEPPE VIOLA
Milano 1933 – 2010
VEDUTA CITTADINA, FINE ANNI ‘70
olio su tela, cm 50x40.
Firmato in basso a destra: Viola.
Dedicato al verso: Al Dottor Maraza con stima Viola.


GIUSEPPE VIOLA Milano 1933 – 2010 VEDUTA CITTADINA, FINE ANNI ‘70 olio su tela, cm 50x40. Firmato in basso a destra: Viola. Dedicato al verso: Al Dottor Maraza con stima Viola. Stima minima: 400,00
Stima massima: 500,00
15
FRANCESCO BOSI
Piacenza 1945
I SUGHERI, 1974
olio su tela, cm 50x60.
Firmato in basso a destra: Bosi
Titolato e datato al verso: I sugheri Olbia 1974


FRANCESCO BOSI Piacenza 1945 I SUGHERI, 1974 olio su tela, cm 50x60. Firmato in basso a destra: Bosi Titolato e datato al verso: I sugheri Olbia 1974 Stima minima: 400,00
Stima massima: 500,00
16
ALDO CARPI
Milano 1886 – 1973
AMSTERDAM, 1948
olio su tela, cm 50x70.
Firmato e datato in basso a sinistra: A. Carpi 48
Autentica su fotografia del figlio di Aldo Carpi in data
24/5/88.
Provenienza:
Milano, Galleria Ponte Rosso (timbro al verso);
Milano, Galleria Carini (etichetta e timbri al verso).


ALDO CARPI Milano 1886 – 1973 AMSTERDAM, 1948 olio su tela, cm 50x70. Firmato e datato in basso a sinistra: A. Carpi 48 Autentica su fotografia del figlio di Aldo Carpi in data 24/5/88. Provenienza: Milano, Galleria Ponte Rosso (timbro al verso); Milano, Galleria Carini (etichetta e timbri al verso). Stima minima: 1.000,00
Stima massima: 1.500,00
17
ATTILIO ROSSI
Albairate 1909 – Milano 1994
BOZZETTO PER “IL TRAM”, 1955
olio su tela, cm 72,5x91,7.
firmato e datato in basso a destra: “A. ROSSI. 1955”.
Iscritto al verso: A. ROSSI / bozzetto studio per il tram
92x73 / 1955.
Provenienza:
Milano, Galleria Carini.
Si tratta del bozzetto preparatorio dell’opera Il tram, 1955,
olio su tela, cm 130x197, di proprietà dell’Azienda Trasporti
Milanesi (fig. 1).


ATTILIO ROSSI Albairate 1909 – Milano 1994 BOZZETTO PER “IL TRAM”, 1955 olio su tela, cm 72,5x91,7. firmato e datato in basso a destra: “A. ROSSI. 1955”. Iscritto al verso: A. ROSSI / bozzetto studio per il tram 92x73 / 1955. Provenienza: Milano, Galleria Carini. Si tratta del bozzetto preparatorio dell’opera Il tram, 1955, olio su tela, cm 130x197, di proprietà dell’Azienda Trasporti Milanesi (fig. 1). Stima minima: 1.200,00
Stima massima: 1.500,00
18
FILIPPO DE PISIS
Ferrara 1896 – Brugherio 1956
OMAGGIO A TINTORETTO, 1942
olio su cartone, cm 54x65.
Firmato in basso a destra: Pisis.
Datato in basso al centro: 42.
Autentica su foto della Galleria Gian Ferrari, datata Milano,
23 gennaio 1985.
Provenienza:
Milano, Galleria del Milione (etichetta e timbro al verso);
Milano, Galleria del Naviglio (etichetta e timbro al verso);
Torino, Galleria Gissi (etichetta e timbro al verso);
Milano, Collezione Palazzoli;
Collezione privata
Esposizioni:
Comacchio, De Pisis, Palazzo Bellini, 12 luglio – 22
settembre 1986, n. 82;
Milano, De Pisis. Miti e mete, Galleria Gian Ferrari 21
ottobre – 30 novembre 1987, n. 18 (etichetta e timbro al
verso);
18.
Milano, De Pisis a Milano, Palazzo Reale, 12 giugno – 13
ottobre 1991 (etichetta al verso);
Acqui Terme, De Pisis. La poesia nei fiori e nelle cose,
Palazzo Liceo Saracco, 16 luglio – 10 settembre 2000
(etichetta al verso).
Bibliografia:
F. Farina, C. Gian Ferrari (a cura di), De Pisis, catalogo della
mostra, Mazzotta, Milano 1986, n. 82 (ill.);
C. Gian Ferrari (a cura di), De Pisis. Miti e mete, catalogo
della mostra, Mazzotta, Milano 1987, n. 18, p. 36 (ill.);
G. Briganti, De Pisis. Catalogo generale. Tomo secondo.
Opere 1939-1953, Electa, Milano 1991, n. 1942 17,
p. 579 (ill.); C. Gian Ferrari (a cura di), De Pisis a Milano,
catalogo della mostra, Mazzotta, Milano 1991, p. 182 (ill.);
C. Gian Ferrari, L. Caramel (a cura di), De Pisis. La poesia
nei fiori e nelle cose, catalogo della mostra, Mazzotta,
Milano 2000.


FILIPPO DE PISIS Ferrara 1896 – Brugherio 1956 OMAGGIO A TINTORETTO, 1942 olio su cartone, cm 54x65. Firmato in basso a destra: Pisis. Datato in basso al centro: 42. Autentica su foto della Galleria Gian Ferrari, datata Milano, 23 gennaio 1985. Provenienza: Milano, Galleria del Milione (etichetta e timbro al verso); Milano, Galleria del Naviglio (etichetta e timbro al verso); Torino, Galleria Gissi (etichetta e timbro al verso); Milano, Collezione Palazzoli; Collezione privata Esposizioni: Comacchio, De Pisis, Palazzo Bellini, 12 luglio – 22 settembre 1986, n. 82; Milano, De Pisis. Miti e mete, Galleria Gian Ferrari 21 ottobre – 30 novembre 1987, n. 18 (etichetta e timbro al verso); 18. Milano, De Pisis a Milano, Palazzo Reale, 12 giugno – 13 ottobre 1991 (etichetta al verso); Acqui Terme, De Pisis. La poesia nei fiori e nelle cose, Palazzo Liceo Saracco, 16 luglio – 10 settembre 2000 (etichetta al verso). Bibliografia: F. Farina, C. Gian Ferrari (a cura di), De Pisis, catalogo della mostra, Mazzotta, Milano 1986, n. 82 (ill.); C. Gian Ferrari (a cura di), De Pisis. Miti e mete, catalogo della mostra, Mazzotta, Milano 1987, n. 18, p. 36 (ill.); G. Briganti, De Pisis. Catalogo generale. Tomo secondo. Opere 1939-1953, Electa, Milano 1991, n. 1942 17, p. 579 (ill.); C. Gian Ferrari (a cura di), De Pisis a Milano, catalogo della mostra, Mazzotta, Milano 1991, p. 182 (ill.); C. Gian Ferrari, L. Caramel (a cura di), De Pisis. La poesia nei fiori e nelle cose, catalogo della mostra, Mazzotta, Milano 2000. Stima minima: 15.000,00
Stima massima: 18.000,00
19
MARIO SIRONI
Sassari 1885 – Milano 1961
COMPOSIZIONE, 1944
olio su tela, cm 32,5x57.
Firmato in basso a destra: Sironi.
Autentica su foto di Francesco Meloni.
Provenienza:
Collezione Giovanardi;
Milano, Finarte, Opere d’arte moderna e contemporanea,
asta 797, 20 giugno 1991, lotto n. 430;
Collezione privata.
Esposizioni:
Milano, Mario Sironi, Palazzo Reale, 9 febbraio – 25 marzo
1973 (etichetta al verso sul telaio);
Milano, Sironi. Gli anni ’40 e ’50. Dal crollo dell’ideologia
agli anni dell’Apocalisse, Fondazione Stelline,
29 febbraio – 25 maggio 2008 (etichetta al verso su telaio);
19.
Bibliografia:
R. De Grada (a cura di), Mario Sironi, catalogo della mostra,
Electa, Milano 1973, tav. 148, p. 112 (ill.);
C. Gian Ferrari, E. Pontiggia (a cura di), Sironi. Gli anni ’40
e ’50. Dal crollo dell’ideologia agli anni dell’Apocalisse,
catalogo della mostra, Mondadori Electa, Milano 2008,
p. 102 (ill.).


MARIO SIRONI Sassari 1885 – Milano 1961 COMPOSIZIONE, 1944 olio su tela, cm 32,5x57. Firmato in basso a destra: Sironi. Autentica su foto di Francesco Meloni. Provenienza: Collezione Giovanardi; Milano, Finarte, Opere d’arte moderna e contemporanea, asta 797, 20 giugno 1991, lotto n. 430; Collezione privata. Esposizioni: Milano, Mario Sironi, Palazzo Reale, 9 febbraio – 25 marzo 1973 (etichetta al verso sul telaio); Milano, Sironi. Gli anni ’40 e ’50. Dal crollo dell’ideologia agli anni dell’Apocalisse, Fondazione Stelline, 29 febbraio – 25 maggio 2008 (etichetta al verso su telaio); 19. Bibliografia: R. De Grada (a cura di), Mario Sironi, catalogo della mostra, Electa, Milano 1973, tav. 148, p. 112 (ill.); C. Gian Ferrari, E. Pontiggia (a cura di), Sironi. Gli anni ’40 e ’50. Dal crollo dell’ideologia agli anni dell’Apocalisse, catalogo della mostra, Mondadori Electa, Milano 2008, p. 102 (ill.). Stima minima: 35.000,00
Stima massima: 45.000,00
20
ASGER JORN
Vejrum 1914 – Aarhus 1973
DER VOGEL, 1939
olio su tela, cm 56x45.
Firmato, titolato e datato al verso:
Asger J. 39. Mai. der vogel.
Provenienza:
Germania, collezione privata;
Francoforte, Die Galerie;
Parigi, Galerie Cazeau-Béraudière;
Modena, Galleria ModenArte;
Collezione privata.
Esposizioni:
Modena, Gruppo Co.Br.A. Creatività e Provocazione,
Galleria ModenArte, 4 marzo – 29 aprile 2006;
Bibliografia:
Guy Atkins, Asger Jorn, Supplement: Paintings 1930-1973,
Recent discoveries, Silkeborg Kunstmuseum Forlag, 1992,
tav. S.219 (ill.); M. Vanni (a cura di), Gruppo Co.Br.A.
Creatività e Provocazione, catalogo della mostra,
Modena 2006
Uno dei momenti decisivi della vita di Jorn è il suo viaggio
in motocicletta, che, nel 1936, lo condusse a Parigi.
L’oggetto principale della sua conquista parigina è lo studio
di Fernand Léger. Qui il pittore danese conoscerà anche
Sebastian Matta, diventandone subito amico. L’insegnamento
di Léger sarà una pietra miliare nei successivi sviluppi
pittorici, che da lì a poco, consegneranno Asger Jorn alla
storia. Del pittore francese infatti, Jorn apprezza la sicurezza
nella composizione delle opere, ma anche la libertà, che
egli stesso reputa le caratteristiche più interessanti dell’istinto
artistico francese. E’ in questo momento, pregno di successivi
sviluppi, che si colloca l’opera presentata, dipinta nel
maggio del 1939, poco prima di far ritorno in Danimarca
per sposare Kirsten Lyngborg. Qui, con le sue figure
ameboidi, Jorn mostra una padronanza e un’originalità
peculiari, che corrisponderanno alla sua cifra stilistica.
L’opera può essere confrontata con esempi coevi, tra cui The
hill, del 1939 (fig. 1; olio su tela, cm 33,2x80,5), The green
beard, sempre dello stesso anno, (fig. 2; olio su tela, cm
50,2x60), anch’essa a tema zoomorfo, ovvero Gimalaya,
del 1940-41 (fig. 3; olio su tela, cm 67x60).
Da tali convincenti esperimenti si può intuire ciò che il pittore
intendesse per “risultato sconosciuto”, ovvero il frutto ultimo
della creazione artistica, postulato da Jorn sulla rivista
“Linien” sul finire del 1939.


ASGER JORN Vejrum 1914 – Aarhus 1973 DER VOGEL, 1939 olio su tela, cm 56x45. Firmato, titolato e datato al verso: Asger J. 39. Mai. der vogel. Provenienza: Germania, collezione privata; Francoforte, Die Galerie; Parigi, Galerie Cazeau-Béraudière; Modena, Galleria ModenArte; Collezione privata. Esposizioni: Modena, Gruppo Co.Br.A. Creatività e Provocazione, Galleria ModenArte, 4 marzo – 29 aprile 2006; Bibliografia: Guy Atkins, Asger Jorn, Supplement: Paintings 1930-1973, Recent discoveries, Silkeborg Kunstmuseum Forlag, 1992, tav. S.219 (ill.); M. Vanni (a cura di), Gruppo Co.Br.A. Creatività e Provocazione, catalogo della mostra, Modena 2006 Uno dei momenti decisivi della vita di Jorn è il suo viaggio in motocicletta, che, nel 1936, lo condusse a Parigi. L’oggetto principale della sua conquista parigina è lo studio di Fernand Léger. Qui il pittore danese conoscerà anche Sebastian Matta, diventandone subito amico. L’insegnamento di Léger sarà una pietra miliare nei successivi sviluppi pittorici, che da lì a poco, consegneranno Asger Jorn alla storia. Del pittore francese infatti, Jorn apprezza la sicurezza nella composizione delle opere, ma anche la libertà, che egli stesso reputa le caratteristiche più interessanti dell’istinto artistico francese. E’ in questo momento, pregno di successivi sviluppi, che si colloca l’opera presentata, dipinta nel maggio del 1939, poco prima di far ritorno in Danimarca per sposare Kirsten Lyngborg. Qui, con le sue figure ameboidi, Jorn mostra una padronanza e un’originalità peculiari, che corrisponderanno alla sua cifra stilistica. L’opera può essere confrontata con esempi coevi, tra cui The hill, del 1939 (fig. 1; olio su tela, cm 33,2x80,5), The green beard, sempre dello stesso anno, (fig. 2; olio su tela, cm 50,2x60), anch’essa a tema zoomorfo, ovvero Gimalaya, del 1940-41 (fig. 3; olio su tela, cm 67x60). Da tali convincenti esperimenti si può intuire ciò che il pittore intendesse per “risultato sconosciuto”, ovvero il frutto ultimo della creazione artistica, postulato da Jorn sulla rivista “Linien” sul finire del 1939. Stima minima: 40.000,00
Stima massima: 50.000,00
21
ANDRÉ MASSON
Balagny-sur-Thérain 1896 – Parigi 1987
LE DIMANCHES DE LA VIE, 1963 CIRCA
pastelli grassi e biro su carta quadrettata,
cm 26,9x20,8.
Inscritto in basso a destra: TA. AM. 554.
Autentica su foto del Comité André Masson;
n. Archivio: CAM 558.
Provenienza:
Collezione privata.


ANDRÉ MASSON Balagny-sur-Thérain 1896 – Parigi 1987 LE DIMANCHES DE LA VIE, 1963 CIRCA pastelli grassi e biro su carta quadrettata, cm 26,9x20,8. Inscritto in basso a destra: TA. AM. 554. Autentica su foto del Comité André Masson; n. Archivio: CAM 558. Provenienza: Collezione privata. Stima minima: 6.000,00
Stima massima: 7.000,00
22
ANDRÉ MASSON
Balagny-sur-Thérain 1896 – Parigi 1987
NÉRÈIDES, 1961 CIRCA
inchiostro su carta, cm 21x27.
Inscritto in basso a destra: TA. AM. 551.
Autentica su foto del Comité André Masson;
n. Archivio: CAM 551.
Provenienza:
Collezione privata.


ANDRÉ MASSON Balagny-sur-Thérain 1896 – Parigi 1987 NÉRÈIDES, 1961 CIRCA inchiostro su carta, cm 21x27. Inscritto in basso a destra: TA. AM. 551. Autentica su foto del Comité André Masson; n. Archivio: CAM 551. Provenienza: Collezione privata. Stima minima: 5.000,00
Stima massima: 6.000,00
23
ANDRÉ MASSON
Balagny-sur-Thérain 1896 – Parigi 1987
PERSONNAGES DANS UNE CAVE, 1958
olio su tavola, cm 33x41. Firmato in basso a destra: Masson.
Autentica su foto del Comité André Masson;
n. Archivio: CAM 1596.
Provenienza:
Modena, Galleria ModernArte;
Collezione privata.


ANDRÉ MASSON Balagny-sur-Thérain 1896 – Parigi 1987 PERSONNAGES DANS UNE CAVE, 1958 olio su tavola, cm 33x41. Firmato in basso a destra: Masson. Autentica su foto del Comité André Masson; n. Archivio: CAM 1596. Provenienza: Modena, Galleria ModernArte; Collezione privata. Stima minima: 20.000,00
Stima massima: 25.000,00
24
ROBERTO CRIPPA
Monza 1921 – Bresso 1972
SENZA TITOLO, 1969
collage su tavola, cm 79,5x101.
Autentica su fotografia della Galleria Pace firmata
dall’artista con n. 351.
24.
Bibliografia:
G. Stefanini - R. Crippa Jr., Roberto Crippa, Catalogo
Generale delle opere, Ed. Galleria Pace, 2007, pag. 267,
rep. 351, (ill.).


ROBERTO CRIPPA Monza 1921 – Bresso 1972 SENZA TITOLO, 1969 collage su tavola, cm 79,5x101. Autentica su fotografia della Galleria Pace firmata dall’artista con n. 351. 24. Bibliografia: G. Stefanini - R. Crippa Jr., Roberto Crippa, Catalogo Generale delle opere, Ed. Galleria Pace, 2007, pag. 267, rep. 351, (ill.). Stima minima: 15.000,00
Stima massima: 18.000,00
25
ALBERTO BURRI
Città di Castello 1915 – Nizza 1995
TEMPERA, 1950
tempera su carta, cm 6,2x8,7.
Dedicato al verso: All’ amico Leo.
Opera archiviata presso la Fondazione Palazzo Albizzini
Collezione Burri.
Provenienza:
Città di Castello, Galleria dell’Angelo;
Collezione privata.
25.
Bibliografia:
AA. VV., Alberto Burri. Catalogo generale. Tempera,
disegno, architettura, scultura, teatro 1946-1994,
Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri, Vol. IV, n.
81, p. 40 (riprodotto al contrario), p. 179 (cit.); AA. VV.,
Alberto Burri. Catalogo generale. Repertorio cronologico
1945-1994, Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri,
Vol. VI, n. i.5054, p. 45 (cit.).


ALBERTO BURRI Città di Castello 1915 – Nizza 1995 TEMPERA, 1950 tempera su carta, cm 6,2x8,7. Dedicato al verso: All’ amico Leo. Opera archiviata presso la Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri. Provenienza: Città di Castello, Galleria dell’Angelo; Collezione privata. 25. Bibliografia: AA. VV., Alberto Burri. Catalogo generale. Tempera, disegno, architettura, scultura, teatro 1946-1994, Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri, Vol. IV, n. 81, p. 40 (riprodotto al contrario), p. 179 (cit.); AA. VV., Alberto Burri. Catalogo generale. Repertorio cronologico 1945-1994, Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri, Vol. VI, n. i.5054, p. 45 (cit.). Stima minima: 12.000,00
Stima massima: 15.000,00
26
RODOLFO ARICÒ
Milano, 1930 – 2002
SENZA TITOLO, 1973
grafite e collage su carta applicata su compensato,
cm 51x74.
Firmato e datato in basso a destra: Aricò 1973.
Provenienza:
Milano, Galleria d’Arte Vinciana ( timbro al retro
sul telaio)


RODOLFO ARICÒ Milano, 1930 – 2002 SENZA TITOLO, 1973 grafite e collage su carta applicata su compensato, cm 51x74. Firmato e datato in basso a destra: Aricò 1973. Provenienza: Milano, Galleria d’Arte Vinciana ( timbro al retro sul telaio) Stima minima: 1.500,00
Stima massima: 1.800,00
27
LUCIO DEL PEZZO
Napoli 1933
MONDO COME MISURA E DISSOLUZIONE
tecnica mista su tavola, cm 48x48.
Esposizioni:
Venezia, Biennale di Venezia giugno - settembre
1982, n. 37 (etichetta al verso)


LUCIO DEL PEZZO Napoli 1933 MONDO COME MISURA E DISSOLUZIONE tecnica mista su tavola, cm 48x48. Esposizioni: Venezia, Biennale di Venezia giugno - settembre 1982, n. 37 (etichetta al verso) Stima minima: 2.800,00
Stima massima: 3.200,00
28
LUCIO DEL PEZZO
Napoli 1933
LA FRECCIA, 1966
tecnica mista su tavola, cm 50,5x36.
Firmato e datato in basso al centro: Del Pezzo 66.
Firmato, datato e titolato al verso: Lucio Del Pezzo -
Mai 1966 - Paris (la freccia).


LUCIO DEL PEZZO Napoli 1933 LA FRECCIA, 1966 tecnica mista su tavola, cm 50,5x36. Firmato e datato in basso al centro: Del Pezzo 66. Firmato, datato e titolato al verso: Lucio Del Pezzo - Mai 1966 - Paris (la freccia). Stima minima: 4.500,00
Stima massima: 5.500,00
29
FAUSTO MELOTTI
Rovereto 1901 – Milano 1986
RIPOSO, 1975
ottone, cm 30,7x28,3x12,5.
Firma incisa sull’elemento orizzontale superiore: Melotti
Bibliografia:
G. Celant, Catalogo Generale, Sculture 1973 – 1986 e
Bassorilievi, Ed. Electa, tomo secondo, p. 417, n. 22, (ill.).


FAUSTO MELOTTI Rovereto 1901 – Milano 1986 RIPOSO, 1975 ottone, cm 30,7x28,3x12,5. Firma incisa sull’elemento orizzontale superiore: Melotti Bibliografia: G. Celant, Catalogo Generale, Sculture 1973 – 1986 e Bassorilievi, Ed. Electa, tomo secondo, p. 417, n. 22, (ill.). Stima minima: 25.000,00
Stima massima: 35.000,00
30
FRANZ KLINE
Wilkes-Barre 1910 – New York 1962
SENZA TITOLO, 1950 CIRCA
inchiostro su carta, cm 53,5x45,5.
Opera registrata presso l’Archivio Kline a cura della
Signora Elisabeth Ross Zogbaum con il numero: ZD-335.
Provenienza:
Collezione privata;
Modena, Galleria ModenArte;
Collezione privata.
Esposizioni:
Roma, Roma 1948-1959. Arte, cronaca e cultura dal
neorealismo alla dolce vita, Palazzo delle Esposizioni,
30 gennaio – 8 luglio 2002.
Bibliografia:
M. Fagiolo dell’Arco, C. Terenzi (a cura di), 1948-1959.
Arte, cronaca e cultura dal neorealismo alla dolce vita, Skira,
Milano 2002, p. 218 (ill.).


FRANZ KLINE Wilkes-Barre 1910 – New York 1962 SENZA TITOLO, 1950 CIRCA inchiostro su carta, cm 53,5x45,5. Opera registrata presso l’Archivio Kline a cura della Signora Elisabeth Ross Zogbaum con il numero: ZD-335. Provenienza: Collezione privata; Modena, Galleria ModenArte; Collezione privata. Esposizioni: Roma, Roma 1948-1959. Arte, cronaca e cultura dal neorealismo alla dolce vita, Palazzo delle Esposizioni, 30 gennaio – 8 luglio 2002. Bibliografia: M. Fagiolo dell’Arco, C. Terenzi (a cura di), 1948-1959. Arte, cronaca e cultura dal neorealismo alla dolce vita, Skira, Milano 2002, p. 218 (ill.). Stima minima: 40.000,00
Stima massima: 50.000,00
31
PIERO DORAZIO
Roma 1927 – Perugia 2015
SENZA TITOLO, 1961
pastelli su carta applicata su tela, cm 47x65.
Firmato e datato in basso a sinistra: Dorazio 1961.
Autentica dell’artista su foto.
Opera in corso di archiviazione presso l’Archivio Piero Dorazio


PIERO DORAZIO Roma 1927 – Perugia 2015 SENZA TITOLO, 1961 pastelli su carta applicata su tela, cm 47x65. Firmato e datato in basso a sinistra: Dorazio 1961. Autentica dell’artista su foto. Opera in corso di archiviazione presso l’Archivio Piero Dorazio Stima minima: 14.000,00
Stima massima: 16.000,00
32
MALCOLM MORLEY
Londra 1931
SENZA TITOLO, 1961
olio, resina, pastelli e grafite su lino, cm 154x153.
Firmato e datato in basso a sinistra: Malcolm Morley 1961.


MALCOLM MORLEY Londra 1931 SENZA TITOLO, 1961 olio, resina, pastelli e grafite su lino, cm 154x153. Firmato e datato in basso a sinistra: Malcolm Morley 1961. Stima minima: 15.000,00
Stima massima: 18.000,00
33
JEAN PAUL RIOPELLE
Montréal 1923 – Île-aux-Grues, Quebec City 2002
DIEPPES, 1966
olio su tela, cm 60x73.
Firmato e datato in basso a destra: Riopelle 66.
Firmato, datato e titolato al verso: Riopelle 66, Dieppes.
Autentica su foto di Isabelle Maeght, n. archivio: 7930.
Provenienza:
Parigi, Collezione Aimé Maeght;
Londra, Sotheby’s, Arte Moderna e Contemporanea,
20 ottobre 1988, lotto 435.
Milano, Brerarte, asta n. 97, 22 ottobre 1990, lotto n. 24;
Milano, Sotheby’s, Arte Moderna e Contemporanea,
25 maggio 2011, lotto 49.
Esposizioni:
Genazzano, Cross-roads. Incroci, Castello Colonna di
Genazzano, Polo Museale Internazionale per l’Arte
Contemporanea, 31 marzo – 24 giugno 2001.
Bibliografia:
A. Boatto, G. Mercurio (a cura di), Cross-roads. Incroci,
catalogo della mostra, Campisano Editore, Roma 2001,
n. 20, p. 52 (ill.).


JEAN PAUL RIOPELLE Montréal 1923 – Île-aux-Grues, Quebec City 2002 DIEPPES, 1966 olio su tela, cm 60x73. Firmato e datato in basso a destra: Riopelle 66. Firmato, datato e titolato al verso: Riopelle 66, Dieppes. Autentica su foto di Isabelle Maeght, n. archivio: 7930. Provenienza: Parigi, Collezione Aimé Maeght; Londra, Sotheby’s, Arte Moderna e Contemporanea, 20 ottobre 1988, lotto 435. Milano, Brerarte, asta n. 97, 22 ottobre 1990, lotto n. 24; Milano, Sotheby’s, Arte Moderna e Contemporanea, 25 maggio 2011, lotto 49. Esposizioni: Genazzano, Cross-roads. Incroci, Castello Colonna di Genazzano, Polo Museale Internazionale per l’Arte Contemporanea, 31 marzo – 24 giugno 2001. Bibliografia: A. Boatto, G. Mercurio (a cura di), Cross-roads. Incroci, catalogo della mostra, Campisano Editore, Roma 2001, n. 20, p. 52 (ill.). Stima minima: 80.000,00
Stima massima: 100.000,00
34
WIFREDO LAM
Sagua la Grande 1902 – Parigi 1982
SENZA TITOLO, 1964
olio su tela, cm 80x60.
Firmato e datato a verso: Wi Lam 1964.
Autentica su fotografia di Lou Laurin-Lam datata: Paris,
16-12-2005.
Provenienza:
Parigi, Collezione privata;
Modena, Galleria ModenArte;
Collezione privata.
Esposizioni:
Parigi, Wifredo Lam, l’oiseau du possible. Works from
1930 to 1978, Galerie Boulakia,
25 maggio-31 luglio 2004.
Bibliografia:
M. P. Fouchet, Wifredo Lam, prima edizione, Poligrafa/
Cercle d’Art, Barcellona-Parigi, 1976, n. 512, p. 241;
M. P. Fouchet, Wifredo Lam, seconda edizione, Poligrafa/
Cercle d’Art, Barcellona-Parigi, 1989, n. 544, p. 261;
L. Laurin-Lam, E. Lam, Wifredo Lam, Catalogue raisonné de
l’oeuvre peint, vol. II: 1961 à 1982, Lausanne, 2002,
n. 64.12 p. 277, n. 4 p. 126; AA. VV., Wifredo Lam,
l’oiseau du possible. Works from 1930 to 1978, Étoile
Éditions, Parigi 2004, pp. 78-79.
Nel 1964, anno di realizzazione di questa opera,
Wifredo Lam vince il Premio Guggenheim: a 62 anni è nel
pieno della frenesia artistica della sua maturità dividendosi
tra Parigi ed Albissola (fig. 1) e le sue opere vengono
esposte in retrospettive presentate in tutto il mondo tra New
York, Berlino, e Buenos Aires.
Le grandi amicizie con i più importanti artisti dell’epoca,
tra cui Picasso (fig. 2), arricchiscono sempre di più la sua
maniera arrivando ad una perfetta commistione tra cubismo,
surrealismo ed arte latina.
Con precisi tratti che si affollano sulla tela il pittore evoca
figure ancestrali che con i loro mutevoli volti e corpi
suggeriscono visioni lontane. Totem, maschere e punte
si moltiplicano e si incastrano dando vita ad un globale
ideogramma, concetto ereditato inconsapevolmente da una
paternità cinese o maturato nelle sue poliedriche ed eclettiche
esperienze.


WIFREDO LAM Sagua la Grande 1902 – Parigi 1982 SENZA TITOLO, 1964 olio su tela, cm 80x60. Firmato e datato a verso: Wi Lam 1964. Autentica su fotografia di Lou Laurin-Lam datata: Paris, 16-12-2005. Provenienza: Parigi, Collezione privata; Modena, Galleria ModenArte; Collezione privata. Esposizioni: Parigi, Wifredo Lam, l’oiseau du possible. Works from 1930 to 1978, Galerie Boulakia, 25 maggio-31 luglio 2004. Bibliografia: M. P. Fouchet, Wifredo Lam, prima edizione, Poligrafa/ Cercle d’Art, Barcellona-Parigi, 1976, n. 512, p. 241; M. P. Fouchet, Wifredo Lam, seconda edizione, Poligrafa/ Cercle d’Art, Barcellona-Parigi, 1989, n. 544, p. 261; L. Laurin-Lam, E. Lam, Wifredo Lam, Catalogue raisonné de l’oeuvre peint, vol. II: 1961 à 1982, Lausanne, 2002, n. 64.12 p. 277, n. 4 p. 126; AA. VV., Wifredo Lam, l’oiseau du possible. Works from 1930 to 1978, Étoile Éditions, Parigi 2004, pp. 78-79. Nel 1964, anno di realizzazione di questa opera, Wifredo Lam vince il Premio Guggenheim: a 62 anni è nel pieno della frenesia artistica della sua maturità dividendosi tra Parigi ed Albissola (fig. 1) e le sue opere vengono esposte in retrospettive presentate in tutto il mondo tra New York, Berlino, e Buenos Aires. Le grandi amicizie con i più importanti artisti dell’epoca, tra cui Picasso (fig. 2), arricchiscono sempre di più la sua maniera arrivando ad una perfetta commistione tra cubismo, surrealismo ed arte latina. Con precisi tratti che si affollano sulla tela il pittore evoca figure ancestrali che con i loro mutevoli volti e corpi suggeriscono visioni lontane. Totem, maschere e punte si moltiplicano e si incastrano dando vita ad un globale ideogramma, concetto ereditato inconsapevolmente da una paternità cinese o maturato nelle sue poliedriche ed eclettiche esperienze. Stima minima: 50.000,00
Stima massima: 60.000,00
35
FRANCO ANGELI
Roma 1935 – 1988
ELEMENTI DI GEOMETRIA
VARIABILE,1987-1988
tecnica mista su tela, cm 160x114.
Firmato e titolato al verso:
Angeli “ Elementi di geometria variabile”
Autentica dell’Archivio Franco Angeli;
n. di archivio: P-090317/1008.


FRANCO ANGELI Roma 1935 – 1988 ELEMENTI DI GEOMETRIA VARIABILE,1987-1988 tecnica mista su tela, cm 160x114. Firmato e titolato al verso: Angeli “ Elementi di geometria variabile” Autentica dell’Archivio Franco Angeli; n. di archivio: P-090317/1008. Stima minima: 4.000,00
Stima massima: 5.000,00
36
FRANCO ANGELI
Roma 1935 – 1988
CALCIO DI RIGORE, 1987-1988
tecnica mista su tela, cm 160x160.
Firmato e titolato al verso: FRANCO ANGELI
CALCIO DI RIGORE
Autentica dell’Archivio Franco Angeli;
n. di archivio: P-090317/1076.
Bibliografia:
AA. VV. “Flash Art”, n. 157, estate 1990, G. Politi
editore, Milano.


FRANCO ANGELI Roma 1935 – 1988 CALCIO DI RIGORE, 1987-1988 tecnica mista su tela, cm 160x160. Firmato e titolato al verso: FRANCO ANGELI CALCIO DI RIGORE Autentica dell’Archivio Franco Angeli; n. di archivio: P-090317/1076. Bibliografia: AA. VV. “Flash Art”, n. 157, estate 1990, G. Politi editore, Milano. Stima minima: 4.000,00
Stima massima: 5.000,00
38
PIERO DORAZIO
Roma 1927 – Perugia 2015
SENZA TITOLO, 1989
tempera su carta, cm 51,5 x 43.
Firmato e datato in basso a destra: Dorazio 989.
Autentica dell’artista su foto.
Opera in corso di archiviazione presso l’Archivio
Piero Dorazio.


PIERO DORAZIO Roma 1927 – Perugia 2015 SENZA TITOLO, 1989 tempera su carta, cm 51,5 x 43. Firmato e datato in basso a destra: Dorazio 989. Autentica dell’artista su foto. Opera in corso di archiviazione presso l’Archivio Piero Dorazio. Stima minima: 5.000,00
Stima massima: 6.000,00
39
TANO FESTA
Roma 1938 – 1988
DANGER, 1981
acrilico su tela, cm 70x100.
Firmato, datato e titolato al verso:
DANGER festa 81.
Autentica dell’Archivio Tano Festa a cura di
Francesco Soligo, n. archivio: 817010/GT114.


TANO FESTA Roma 1938 – 1988 DANGER, 1981 acrilico su tela, cm 70x100. Firmato, datato e titolato al verso: DANGER festa 81. Autentica dell’Archivio Tano Festa a cura di Francesco Soligo, n. archivio: 817010/GT114. Stima minima: 7.000,00
Stima massima: 8.000,00
40
TANCREDI PARMEGGIANI
Feltre 1927 – Roma 1964
SENZA TITOLO, 1958
olio su tela, cm 70x60.
Dedicato al verso: Tancredi a Jolanda con affetto 59.
Autentica su foto dell’Associazione Nazionale Gallerie
d’Arte Moderna firmata da Rinaldo Rotta in data: Milano,
2 luglio 1990. Numero di repertorio: 2043/90/M.
Provenienza:
Parma, Galleria Centro Steccata;
Merate, collezione privata;
Collezione privata.
Esposizioni:
Milano, Tancredi. 430a Mostra del Naviglio,
Galleria del Naviglio, 29 settembre – 8 ottobre 1965;
Bibliografia:
G. Ballo, Tancredi. 430a Mostra del Naviglio, catalogo
della mostra, Milano, Galleria del Naviglio 1965;
M. Dalai Emiliani con la collaborazione di S. Mascheroni
e C. Scatturin, Tancredi. I dipinti e gli scritti, Volume primo,
Umberto Allemandi & C. Torino 1996, p. 261 (cit.), Volume
secondo, tav. 744 (ill.)
Il percorso artistico di Tancredi può essere descritto come
un’intensa e incessante ricerca: partendo dalla figurazione
dei primi ritratti a matita, egli passa all’assoluta astrazione
dove il punto e il colore determinano lo spazio della tela, fino
a trascendere completamente il medium pittorico e riflettere
sul gesto stesso. Questo climax ascendente è tanto intenso,
quanto repentino: Tancredi infatti morirà a soli 37 anni
suicida, pochi giorni dopo il suo compleanno, lanciandosi
nelle gelide acque del Tevere. È ancor più significativo che
in alcune delle sue pagine di diario datate poche settimane
prima del tragico epilogo lasci come ultimo pensiero “la vita
è ancora tutta da scoprire”, segno che la sua ricerca, pur nel
grigiore della depressione, non stentava ancora a cessare.
La tela presentata per consonanze stilistiche è ascrivibile al
1958, anche se la data al verso (1959) è autografa e si
riferisce presumibilmente al momento della dedica
(cfr. M. Dalai Emiliani, op. cit., p. 261).
In questa opera il gesto esalta il segno disponendo il colore
nella tela esaltandone l’aspetto materico, quasi a formare un
mosaico di campiture dalle possibilità cromatiche nuove e
inesplorate


TANCREDI PARMEGGIANI Feltre 1927 – Roma 1964 SENZA TITOLO, 1958 olio su tela, cm 70x60. Dedicato al verso: Tancredi a Jolanda con affetto 59. Autentica su foto dell’Associazione Nazionale Gallerie d’Arte Moderna firmata da Rinaldo Rotta in data: Milano, 2 luglio 1990. Numero di repertorio: 2043/90/M. Provenienza: Parma, Galleria Centro Steccata; Merate, collezione privata; Collezione privata. Esposizioni: Milano, Tancredi. 430a Mostra del Naviglio, Galleria del Naviglio, 29 settembre – 8 ottobre 1965; Bibliografia: G. Ballo, Tancredi. 430a Mostra del Naviglio, catalogo della mostra, Milano, Galleria del Naviglio 1965; M. Dalai Emiliani con la collaborazione di S. Mascheroni e C. Scatturin, Tancredi. I dipinti e gli scritti, Volume primo, Umberto Allemandi & C. Torino 1996, p. 261 (cit.), Volume secondo, tav. 744 (ill.) Il percorso artistico di Tancredi può essere descritto come un’intensa e incessante ricerca: partendo dalla figurazione dei primi ritratti a matita, egli passa all’assoluta astrazione dove il punto e il colore determinano lo spazio della tela, fino a trascendere completamente il medium pittorico e riflettere sul gesto stesso. Questo climax ascendente è tanto intenso, quanto repentino: Tancredi infatti morirà a soli 37 anni suicida, pochi giorni dopo il suo compleanno, lanciandosi nelle gelide acque del Tevere. È ancor più significativo che in alcune delle sue pagine di diario datate poche settimane prima del tragico epilogo lasci come ultimo pensiero “la vita è ancora tutta da scoprire”, segno che la sua ricerca, pur nel grigiore della depressione, non stentava ancora a cessare. La tela presentata per consonanze stilistiche è ascrivibile al 1958, anche se la data al verso (1959) è autografa e si riferisce presumibilmente al momento della dedica (cfr. M. Dalai Emiliani, op. cit., p. 261). In questa opera il gesto esalta il segno disponendo il colore nella tela esaltandone l’aspetto materico, quasi a formare un mosaico di campiture dalle possibilità cromatiche nuove e inesplorate Stima minima: 70.000,00
Stima massima: 80.000,00
41
MARIO SCHIFANO
Homs 1934 – Roma 1998
SOLARE COME ENERGIA, ANNI ‘80
tecnica mista su tela, cm 120x120.
Firmato e titolato al verso: Schifano solare come energia.
Opera archiviata presso la Fondazione Mario Schifano.
Opera in corso di verifica presso l’Archivio Mario Schifano


MARIO SCHIFANO Homs 1934 – Roma 1998 SOLARE COME ENERGIA, ANNI ‘80 tecnica mista su tela, cm 120x120. Firmato e titolato al verso: Schifano solare come energia. Opera archiviata presso la Fondazione Mario Schifano. Opera in corso di verifica presso l’Archivio Mario Schifano Stima minima: 15.000,00
Stima massima: 18.000,00
42
MARIO SCHIFANO
Homs 1934 – Roma 1998
ACERBO, 1983
smalto su tela, cm 160x130.
Firmato datato e titolato al verso: SCHIFANO 83 ACERBO
Opera archiviata presso la Fondazione Mario Schifano con
il n. 83/17.
Opera in corso di verifica presso l’Archivio Mario Schifano.
42.
Provenienza:
Ansedonia, studio dell’artista;
Collezione privata.
Bibliografia:
AA. VV., Auction book. Il libro delle aste 1994, G. Politi
Editore, Milano.


MARIO SCHIFANO Homs 1934 – Roma 1998 ACERBO, 1983 smalto su tela, cm 160x130. Firmato datato e titolato al verso: SCHIFANO 83 ACERBO Opera archiviata presso la Fondazione Mario Schifano con il n. 83/17. Opera in corso di verifica presso l’Archivio Mario Schifano. 42. Provenienza: Ansedonia, studio dell’artista; Collezione privata. Bibliografia: AA. VV., Auction book. Il libro delle aste 1994, G. Politi Editore, Milano. Stima minima: 20.000,00
Stima massima: 22.000,00
43
PIERO DORAZIO
Roma 1927 – Perugia 2015
CONTRAPPOSTI I, 1969
olio su tela, cm 45x180.
Firmato, titolato e datato al verso: Piero Dorazio 1969
Contrapposti.
Autentica su fotografia firmata dall’artista.
Provenienza:
Roma, Malborough Galleria d’Arte, n. R 1877
(etichetta al verso);
Modena, Galleria ModenArte;
Collezione privata.
Esposizioni:
Milano, Dorazio. Dipinti recenti, Galleria dell’Ariete,
10 novembre – dicembre 1969;
Pordenone, Galleria il Camino, febbraio 1971;
Bologna, Galleria de’ Foscherari, 1972;
Brescia, Galleria San Michele, 1972;
Milano, Galleria Vinciana, 1972;
Padova, Galleria La Chiocciola, 1972;
Roma, Galleria Nuovo Torcoliere, 1972;
Ardesio, L’ Incontro…, 1973;
Modena, Novecento, Galleria ModenArte,
29 novembre 2005 – 7 gennaio 2006;
Follonica, Strumenti di speranza. La musica nelle arti visive,
Civica Pinacoteca Amedeo Modigliani,
25 febbraio – 19 marzo 2006 (etichetta al verso);
Bibliografia:
M. Volpi Orlandini, J. Lassaigne, G. Crisafi, Dorazio, Alfieri
Editore, Venezia 1977, n. 1109 (ill.).


PIERO DORAZIO Roma 1927 – Perugia 2015 CONTRAPPOSTI I, 1969 olio su tela, cm 45x180. Firmato, titolato e datato al verso: Piero Dorazio 1969 Contrapposti. Autentica su fotografia firmata dall’artista. Provenienza: Roma, Malborough Galleria d’Arte, n. R 1877 (etichetta al verso); Modena, Galleria ModenArte; Collezione privata. Esposizioni: Milano, Dorazio. Dipinti recenti, Galleria dell’Ariete, 10 novembre – dicembre 1969; Pordenone, Galleria il Camino, febbraio 1971; Bologna, Galleria de’ Foscherari, 1972; Brescia, Galleria San Michele, 1972; Milano, Galleria Vinciana, 1972; Padova, Galleria La Chiocciola, 1972; Roma, Galleria Nuovo Torcoliere, 1972; Ardesio, L’ Incontro…, 1973; Modena, Novecento, Galleria ModenArte, 29 novembre 2005 – 7 gennaio 2006; Follonica, Strumenti di speranza. La musica nelle arti visive, Civica Pinacoteca Amedeo Modigliani, 25 febbraio – 19 marzo 2006 (etichetta al verso); Bibliografia: M. Volpi Orlandini, J. Lassaigne, G. Crisafi, Dorazio, Alfieri Editore, Venezia 1977, n. 1109 (ill.). Stima minima: 50.000,00
Stima massima: 60.000,00
44
MARIO SCHIFANO
Homs 1934 – Roma 1998
VEDUTA INTERROTTA, 1986
Smalto e acrilico su tela, cm 130x90.
Firmato, datato e titolato al verso:
Schifano 86 VEDUTA INTERROTTA.
Opera archiviata presso la Fondazione Mario Schifano
con il n. 86/75.
Opera in corso di verifica presso l’Archivio Mario Schifano


MARIO SCHIFANO Homs 1934 – Roma 1998 VEDUTA INTERROTTA, 1986 Smalto e acrilico su tela, cm 130x90. Firmato, datato e titolato al verso: Schifano 86 VEDUTA INTERROTTA. Opera archiviata presso la Fondazione Mario Schifano con il n. 86/75. Opera in corso di verifica presso l’Archivio Mario Schifano Stima minima: 15.000,00
Stima massima: 18.000,00
45
MARIO SCHIFANO
Homs 1934 – Roma 1998
CORPI IN MOVIMENTO, 1981
smalto su tela, 120x180. Firmato e datato in basso verso
sinistra: Schifano 1981.
Opera archiviata presso la Fondazione Mario Schifano con
il n. 81/15.
Opera in corso di verifica presso l’Archivio Mario Schifano.
45.
Bibliografia:
AA. VV., Auction book. Il libro delle aste 1994, G. Politi
Editore, Milano;


MARIO SCHIFANO Homs 1934 – Roma 1998 CORPI IN MOVIMENTO, 1981 smalto su tela, 120x180. Firmato e datato in basso verso sinistra: Schifano 1981. Opera archiviata presso la Fondazione Mario Schifano con il n. 81/15. Opera in corso di verifica presso l’Archivio Mario Schifano. 45. Bibliografia: AA. VV., Auction book. Il libro delle aste 1994, G. Politi Editore, Milano; Stima minima: 16.000,00
Stima massima: 18.000,00
46
BERNARD AUBERTIN
Fontenay-aux-Roses 1934 - 2015
CHEMIN DE FEU DANS L’ESPACE, 1974
Fiammiferi su cartoncino, cm 42,5x36.
Autentica su foto dell’artista, n. di archivio: AB
018.
Provenienza:
Brescia, Galleria Centro (etichetta al verso).


BERNARD AUBERTIN Fontenay-aux-Roses 1934 - 2015 CHEMIN DE FEU DANS L’ESPACE, 1974 Fiammiferi su cartoncino, cm 42,5x36. Autentica su foto dell’artista, n. di archivio: AB 018. Provenienza: Brescia, Galleria Centro (etichetta al verso). Stima minima: 3.500,00
Stima massima: 4.000,00
47
UMBERTO MARIANI
Milano 1936
ANNAPURNA, 2007
tecnica mista su tavola, cm 40x65.
Firmato e datato al retro: U. Mariani 1/2007.
Inscritto al retro: “Autobiografico: ANNAPURNA”
Inverno 2001 - NEPAL - uno dei tre “ottomila” che
dominano la piana di POHKARA


UMBERTO MARIANI Milano 1936 ANNAPURNA, 2007 tecnica mista su tavola, cm 40x65. Firmato e datato al retro: U. Mariani 1/2007. Inscritto al retro: “Autobiografico: ANNAPURNA” Inverno 2001 - NEPAL - uno dei tre “ottomila” che dominano la piana di POHKARA Stima minima: 4.000,00
Stima massima: 5.000,00
48
MICHELANGELO PISTOLETTO
Biella 1933
OLIMPIADI, 1983
base serigrafica a specchio su policarbonato, cm
83x60, esemplare n. 107/150.
Firmata e numerata in basso a destra: 107/150
Pistoletto.


MICHELANGELO PISTOLETTO Biella 1933 OLIMPIADI, 1983 base serigrafica a specchio su policarbonato, cm 83x60, esemplare n. 107/150. Firmata e numerata in basso a destra: 107/150 Pistoletto. Stima minima: 1.000,00
Stima massima: 1.200,00
49
GIANNI ASDRUBALI
Tuscania 1955
ROSSO, 1989
olio su tela, cm 160x128.
Firmato al retro: Asdrubali 1989


GIANNI ASDRUBALI Tuscania 1955 ROSSO, 1989 olio su tela, cm 160x128. Firmato al retro: Asdrubali 1989 Stima minima: 6.000,00
Stima massima: 8.000,00
50
ROBERTO CRIPPA
Monza 1921 – Bresso 1972
SPIRALI, ANNI ‘70
acrilico su cartoncino, cm 50x69.
Firmato in basso a destra: R. Crippa.
Autentica su foto dell’Archivio Opere di Roberto
Crippa, n. di repertorio: 1198.
Provenienza:
Milano, Galleria Cavour (etichetta al verso).


ROBERTO CRIPPA Monza 1921 – Bresso 1972 SPIRALI, ANNI ‘70 acrilico su cartoncino, cm 50x69. Firmato in basso a destra: R. Crippa. Autentica su foto dell’Archivio Opere di Roberto Crippa, n. di repertorio: 1198. Provenienza: Milano, Galleria Cavour (etichetta al verso). Stima minima: 3.000,00
Stima massima: 4.000,00
51
EMILIO SCANAVINO
Genova 1922 – Milano 1986
SENZA TITOLO, 1978
acrilico su cartone, cm 68x96.
Firmato in basso a destra: Scanavino.
Autentica su foto di Giorgina Graglia Scanavino, n.
di archivio: 64/78/K.
Esposizioni:
Borgo San Dalmazzo, Nel Segno di Emilio
Scanavino, Art Gallery “La Luna”, 15 ottobre –
27 novembre 2016; Rapallo, Omaggio a Emilio
Scanavino, Antico Castello sul Mare, 8 aprile – 28
maggio 2017.
Bibliografia:
R. Zelatore (a cura di), Nel Segno di Emilio
Scanavino, catalogo della mostra, Art Gallery
“La Luna”, Cuneo 2016, p. 31 (ill.); L. Caprile,
Omaggio a Emilio Scanavino, catalogo della
mostra, De Ferrari Comunicazione S.r.l., Genova
2017, p. 48 (ill.).


EMILIO SCANAVINO Genova 1922 – Milano 1986 SENZA TITOLO, 1978 acrilico su cartone, cm 68x96. Firmato in basso a destra: Scanavino. Autentica su foto di Giorgina Graglia Scanavino, n. di archivio: 64/78/K. Esposizioni: Borgo San Dalmazzo, Nel Segno di Emilio Scanavino, Art Gallery “La Luna”, 15 ottobre – 27 novembre 2016; Rapallo, Omaggio a Emilio Scanavino, Antico Castello sul Mare, 8 aprile – 28 maggio 2017. Bibliografia: R. Zelatore (a cura di), Nel Segno di Emilio Scanavino, catalogo della mostra, Art Gallery “La Luna”, Cuneo 2016, p. 31 (ill.); L. Caprile, Omaggio a Emilio Scanavino, catalogo della mostra, De Ferrari Comunicazione S.r.l., Genova 2017, p. 48 (ill.). Stima minima: 8.500,00
Stima massima: 9.500,00
Pagina di 6
avanti > ultima >|
© ArsValue 2000-2016 - Tutti i diritti sono riservati. ArsValue.com è un marchio di ArsValue S.r.l. - P.I. 01252700057
Cultura: it-it
Numero righe banner: 1
SezionaAttiva Alta: Banner3
SezionaAttiva Bassa: NonDefinita
TipoLayoutDueRighe: Free